Stamattina non mi volevo alzare, mi giravo e rigiravo nel letto con quel peso sullo stomaco che spesso mi prende, pensavo e rimuginavo. Proprio ieri una persona mi ha detto che mi piango addosso, perchè ho osato postare una foto in cui lacrime e trucco mi rigano il volto. Ovviamente non ha capito nulla di quello che la fotografia, che intedeva essere espressione del dolore che prova chi è depresso, che si sente nudo e esposto a quel dolore, un dolore che non viene lavato via con nulla, che si incrosta su e dentro di te, proprio con le mie lacrime. Ovviamente per questa persona, ciò che ha detto è un incoraggiamento, perchè vedendo che posto foto in cui sorrido, pensa che il decorso della patologia stia migliorando, che quindi io ce la posssa fare semplicemente perchè posso sorridere. Purtroppo non è stato l’unico a dirmi una cosa simile. Ovviamente queste persona non sanno nulla di cosa sia la depressione nascosta, di quanto tra l’altro sia faticosa, non sanno che persino chi mi vede spesso mi dice: “tu sembri tutto, fuorché depressa”, e invece lo sono, è diagnostcato e lo so io quanto stia male dentro.
Non è stato facile venire fuori da quel letto.
Sapevo soltanto che domenica sarebbe stato il mio compleanno e che io avevo già iniziato male la settimana e lo trovavo ingiusto. Passo la vita a pensare agli altri, a preoccuparmi per loro e oggi son arrivata al punto che nemmeno volevo accendere il cellulare. Allora ho finalmente avuto l’ispirazione che cercavo, se il resto dell’anno penso agli altri, be’ posso anche prendermi sette giorni da dedicare a me.
Sette giorni in cui non mi devo spiegare che posso essere femminista anche se posto foto sensuali, perchè non devo certo chiedere il permesso a un uomo per sapere cos’è femminista o cosa no, perchè il corpo e l’immagine sono miei e sono in grado di gestirli da me.
Giorni in cui non devo spiegare che non c’è nessuna invasione, che il lavoro non ce lo ruba nessuno, anche perchè semplicemente il lavoro non c’è.
Giorni in cui non devo aspettare che qualcun altro si faccia sentire quando gli è più comodo per fare qualcosa.
Io voglio dedicare ogni singolo giorno di questa settimana al mio benessere, per quanto possibile, a far le cose che mi piacciono.
Io ho deciso che questa è la mia settimana e non permetterò a nessuno di rovinarmela!

Categorie: Pensieri

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *