L’avreste mai detto che la figura di Turandot si ispira a un personaggio realmente esistito?
Khutulun fu una condottiera e una guerriera, nata intorno al 1260, figlia di Kaidu, un potente comandante dell’asia centrale, cugina di Kublai Khan, fondatore del primo impero cinese della Dinastia Yuan e nipote del celeberrimo Gengis Khan.
Ciò che sappiamo di lei lo dobbiamo ai racconti di Marco polo e allo storico Rashid al-Din Hamadani.
Sappiamo che nacque durante una diatriba tra il padre e il cugino, il primo lo potremmo definire un conservatore delle tradizioni mongole, mentre il secondo era aperto alle tradizioni cinesi.
Khutulun crebbe dedicandosi alla lotta, all’equitazione e al tiro con l’arco e, proprio come i guerrieri maschi, affilava spade, mugeva yak e beveva sangue.
Marco Polo la descrisse come un’abile guerriera, che poteva catturare un prigioniero cavalcando con la stessa capacità con cui un falco afferra un pollo.
Khutulun non aveva intenzione di sposare un uomo mediocre e sfidava chiunque chiedesse la sua mano sia nella lotta libera, sia in una corsa di cavalli, rimase però imbattuta. Era molto bella e ricca, i pretendenti non mancavano e visto che pretendeva in dono dei cavalli in caso di sconfitta di uno di essi, pare riuscì a vincerne circa 10000.
Assistette spesso il padre durante le battaglie contro il cugino, Kaidu inoltre si affidava spesso ai suoi consigli, ma essendo palesemente la favorita del padre, le malelingue non tardarono a farsi sentire e forse per placare le voci di un possibile incesto, accettò di sposarsi.
Purtroppo non abbiamo la certezza sull’identità dello sposo, alcuni narrano che sposò un prigioniero di bell’aspetto che aveva tentato di assassinare il padre, altri che sposo un compagno del padre del clan Choros. Hamadini invece sostenne che sposò Ghazan, hikhan di Persia.
Il padre voleva che la giovene gli succedesse alla sua morte, ma questa decisione portò malcontento tra i fratelli, per cui alla morte di Kaidu nel 1301, si giunse a un compromesso: suo fratello sarebbe diventato khan, mentre lei sarebbe diventata comandante del suo esercito.
Morì pochi anni dopo, nel 1306, forse in battaglia o forse assassinata da un rivale.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *