Di norma il venerdì parlo di bellezza, ma anche di benessere, quindi perché non comunicare la mia felicità per avere ricevuto la prima dose di vaccino contro il covid-19?
Sì, sono contenta, in barba tutti i complottisti e agli scettici.
Facendo i turni al bar del circolo ho sentito di tutto, gente che non ha il buon senso di non mettersi alla guida sbronza, dire la sua su argomenti sui quali non ha la minima competenza.
Gente maleducata, alla quale bisognava ricordare migliaia di volte di mettersi la mascherina, ma che aveva il coraggio di urlarti dietro che ti eri dimenticata il tovagliolo. Tovagliolo che peraltro mi ero dimenticata proprio per la fretta di liberarmi del finto sordo di turno, al quale la mascherina gli avevo detto di mettersela persino a gesti, ma evidentemente non era stato in grado di comprendere manco quelli.
Gente che berrebbe i peggiori intrugli, gente che non nega nemmeno di essersi calata il mondo, che d’un tratto si preoccupa di un vaccino che i medici competenti consigliano.
Per non parlare di quelli incavolati con le case farmaceutiche, colpevoli di avere trovato un vaccino: evidentemente speravano lo inventasse uno spacciatore di eroina o non si spiega.
Che poi forse ci sarebbe anche un motivo per incavolarsi con le case farmaceutiche, ovvero il costo di un vaccino che salva il cu… ehm la vita alla popolazione mondiale. In realtà questo discorso andrebbe fatto anche per tutti gli altri vaccini e le cure, ma non sento mai i complottisti parlare di questo, sembra abbiano scoperto ora che le case farmaceutiche guadagnano sulle sfighe della povera gente e, invece di indignarsi per questo, si indignano per effetti collaterali che qualsiasi farmaco ha e perché non sanno cosa ci sia dentro, come se invece sapessero a memoria la composizione chimica di ogni antidolorifico che prendono al primo accenno di mal di testa.
Quindi sì, ho fatto il vaccino ieri sera e ancora sì, ne sono felice.
Sono felice perché avrò meno paura di beccarmi una malattia potenzialmente pericolosa, perché ho già passato abbastanza tempo negli ospedali, perché mi piace pensare di avere fatto la mia parte.
Effetti collaterali? Sì ho male al braccio. Ho anche mal di testa, ma ne soffro non ho dormito molto, ho troppi pensieri. Ora, però, ne ho uno in meno. Per il resto, depressione permettendo, non mi sento particolarmente a pezzi fisicamente e non sono diventata un magnete.
Cosa aspettate?
Vaccinatevi!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *